azzardo
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Conoscere il gioco d’azzardo per una più efficace azione di vigilanza e contrasto: è questo il titolo e l’obiettivo della giornata di formazione per forze dell’ordine e cittadini, organizzata dal comando di polizia locale di Negrar per questa mattina, nella sala conferenze della Cantina Valpolicella Negrar (in via Ca’ Salgari), con la collaborazione e il sostegno della cantina sociale, di Negrar Eventi e Valpolicella Benaco Banca, Avviso Pubblico, International Police Association (Ipa) e Sis.Fo.P.L, il Sistema di formazione veronese della polizia locale messo in piedi da un gruppo di comandanti per offrire appuntamenti formativi gratuiti.

Sono in corso una serie di interventi grazie ai quali vengono analizzati gli effetti del gioco d’azzardo, il conto economico e sociale del fenomeno, le azioni da mettere in campo per contrastarlo con particolare attenzione alle ordinanze che impongono orari ristretti di esercizio e alle modalità di controllo.

«Cercheremo di dare un quadro ampio del fenomeno da diversi punti di vista», ha spiegto prima dell’evento il comandante della polizia locale negrarese, Maurizio Facincani. «Partiremo dai dati raccolti da parte di chi si occupa professionalmente di gioco d’azzardo insieme a Giulia Migneco, coautrice del libro Lose For Life – Come salvare un Paese in overdose da gioco d’azzardo, un saggio realizzato da Avviso Pubblico ed edito da Altreconomia», ha proseguito Facincani.

«Quindi passeremo ai problemi dei giocatori patologici con Ernesto Guerriero di Self Help di Verona per finire con quelli che ci interessano di più come operatori del controllo: approfondiremo insieme all’ assessore Andrea Bosi del Comune di Modena le ordinanze e i regolamenti comunali che riguardano la materia; il comandante capo di Pavia Stefano Volpato, invece, metterà a disposizione dei partecipanti competenze ed esperienze maturate sul campo».

Commenta su Facebook