La Caritas diocesana di Gaeta ha raccolto e sistematizzato i dati relativi al Lazio sud per l’anno 2019, grazie anche alla collaborazione con la Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali, Libera Presidio Sud Pontino, ADRA, Croce Rossa Italiana Comitato Sud Pontino.

Come nell’anno precedente, Formia si conferma la città con la giocata più alta. Seguono Santi Cosma e Damiano, Fondi e Minturno. Un altro dato significativo è l’aumento delle cifre spese in azzardo nei piccoli comuni tra cui in testa Ventotene e Ponza.

La giocata media pro capite nel Lazio sud è superiore del 22% rispetto al dato nazionale. Inoltre il dato è riferito alle sole giocate ‘fisiche’ (slot machine, ricevitorie, gratta e vinci, ecc.) senza il dato dell’online.

“È il tempo della prevenzione. È il tempo della costruzione di una società post-Covid che si fondi sul benessere delle persone che la costituiscono perché è questo che rende una società veramente civile” si legge in una nota.