E’ fissata per oggi l’udienza pubblica davanti alla Corte Costituzionale relativa al conflitto di attribuzione proposto dalla giunta regionale della Valle d’Aosta a seguito della sentenza con cui la Corte dei Conti ha condannato 18 consiglieri regionali, passati e attuali, al risarcimento di 16 milioni di euro nell’ambito dell’inchiesta sui fondi concessi al Casinò di Saint-Vincent. Lo riporta l’Ansa.

La vicenda riguarda in particolare la delibera del Consiglio Valle del 23 ottobre 2014 con cui era stato disposto un aumento di capitale da 60 milioni di euro per il Casinò de la Vallée spa.

Il ricorso della giunta fa seguito al mandato conferitole dal Consiglio regionale con la risoluzione del 15 settembre scorso su “tutela delle prerogative costituzionali e funzioni del Consiglio regionale e dei consiglieri”.

Oltre alla Regione Valle d’Aosta e alla presidenza del Consiglio dei Ministri, è previsto l’intervento (“ad adiuvandum”) dei legali di tre ex consiglieri regionali e quello (“ad opponendum”) del procuratore generale della Corte dei Conti, Angelo Canale. L’udienza (giudice relatore Silvana Sciarra) è l’ultima delle sette previste nella giornata di oggi e contiene anche un’istanza di sospensione presentata dalla Regione.