L’International Betting Integrity Association (IBIA) ha segnalato 50 casi di scommesse sospette alle autorità competenti durante il terzo trimestre (3T) del 2019, portando il totale annuale finora a 138 casi. Il tennis (30) e il calcio (15) costituiscono il 90% di tutti gli avvisi segnalati durante il terzo trimestre, con Europa (42%) e Asia (36%) che mantengono la loro posizione come sede principale di eventi sportivi su cui vengono generati avvisi durante il periodo.

Khalid Ali, segretario generale dell’International Betting Integrity Association, ha dichiarato: “L’anno in corso ha visto una significativa flessione delle segnalazioni, in particolare sul tennis. Accogliamo con favore gli sforzi in corso dello sport per lavorare a stretto contatto con noi e per identificare e imporre sanzioni ai giocatori corrotti. L’ambito del sistema di monitoraggio unico e globale leader dell’associazione è stato potenziato da quattro nuovi membri nel 2019, con discussioni in corso con un certo numero di altre aziende interessate a investire in integrità e proteggere le loro attività dalla corruzione”.

I 50 avvisi segnalati durante il terzo trimestre riguardano sei sport, che abbracciano cinque continenti diversi. Questo è molto simile ai 51 avvisi segnalati nel secondo trimestre del 2019, ma con una riduzione del 30% sui 72 avvisi nel terzo trimestre del 2018. Mentre i 30 avvisi di tennis segnalati nel terzo trimestre del 2019 rappresentano una riduzione del 40% sui 50 avvisi di tennis segnalati nel terzo trimestre del 2018. Il totale annuale fino a oggi di 138 casi rappresenta un calo del 25% rispetto ai 184 casi nello stesso periodo del 2018 ed è principalmente il risultato del calo degli avvisi di tennis, principalmente causato da una riduzione degli avvisi a livello di ITF Tour.

L’International Betting Integrity Association è la principale voce globale sull’integrità per il settore delle scommesse con licenza. È gestita da operatori per operatori, proteggendo i suoi membri dalla corruzione attraverso azioni collettive. La sua piattaforma di monitoraggio e allarme è uno strumento anticorruzione altamente efficace che rileva e segnala attività sospette sui mercati delle scommesse dei suoi membri. L’associazione ha collaborazioni di lunga data per lo scambio di informazioni con i principali regolatori sportivi e del gioco d’azzardo per utilizzare i suoi dati e perseguire la corruzione. Rappresenta il settore in forum di discussione politica di alto livello come il CIO, le Nazioni Unite, il Consiglio d’Europa e la Commissione europea.

L’associazione pubblica relazioni trimestrali riguardanti gli avvisi di integrità segnalati attraverso la sua piattaforma di monitoraggio e allarme. Il rapporto Q3 può essere visualizzato qui insieme ai rapporti precedenti.

Commenta su Facebook