Il “Gratta e vinci” ha fruttato a una coppia di trentenni residenti nella Bassa Bresciana, già gravati da precedenti specifici, la denuncia per furto aggravato. Le indagini dei carabinieri di Quinzano D’Oglio, avviate in seguito ad un furto in una tabaccheria del luogo, hanno permesso di accertare le loro responsabilità. Mentre la donna faceva da palo, attendendo in auto, l’uomo si era introdotto nella  tabaccheria adducendo di essere in possesso di un “Gratta e vinci” vincente da 500 euro e chiedendo di poter acquistare un pacchetto intero degli stessi biglietti, nonché diversi pacchetti di sigarette di varie marche. Il giovane, approfittando della distrazione dell’addetto impegnato per qualche secondo a prelevare le sigarette, con rapidità si è appropriato del blocchetto riposto precedentemente sul bancone contenente 15 tagliandi per un valore complessivo di 300 euro, raggiungendo subito la compagna con la quale poi è scappato.  Le indagini proseguono per far emergere eventuali responsabilità della coppia in altri analoghi furti perpetrati nel territorio Provinciale.

E’ quanto si legge su bresciaoggi.it.