Nell’ambito dei controlli straordinari predisposti dal Questore, gli agenti del VI Distretto Casilino, insieme a quelli del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, dell’Unità Cinofila Antidroga e delle Nibbio dell’U.P.G.S.P., hanno controllato 57 persone – di cui 24 con precedenti di polizia -, 27 veicoli e 2 esercizi commerciali ed hanno denunciato un uomo.

Il primo controllo è avvenuto all’interno di una sala giochi, in Largo Brandizzi, nella quale gli agenti si erano recati per notificare un decreto del Questore di sospensione della licenza ai sensi dell’articolo 88 T.U.L.P.S., della durata di 2 giorni, a causa di abuso del titolo. Durante la notifica, però, gli agenti hanno trovato gli apparecchi da gioco con vincita in denaro nuovamente accesi durante l’orario di sospensione del funzionamento, inosservanza per cui è stata comminata anche una sanzione amministrativa pari a 150 euro.

Il secondo ha riguardato un’attività di somministrazione di alimenti e bevande nella quale i poliziotti hanno riscontrato l’accensione degli apparecchi da gioco con vincita in denaro durante l’orario di sospensione del funzionamento e la presenza, nel frigorifero, di alimenti privi della prescritta etichettatura e dei quali il titolare non è stato in grado di fornire i documenti sulla tracciabilità, che pertanto sono stati sottoposti a sequestro amministrativo. Per tali inosservanze sono state contestate sanzioni amministrative di natura pecuniaria per un totale di 1.650 euro.

Articolo precedenteAnche i flipper liberi da omologhe e nulla osta, perchè non si può fare?
Articolo successivoScommesse Europei femminili: Spagna, favorita, a caccia del primo titolo. L’Italia prova il colpaccio, trionfo azzurro a 25 su Sisal