E’ stato costituito, presso la Prefettura di Rimini, l’Osservatorio Provinciale antiusura e antiracket. E’ questo il primo risultato del protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione sottoscritto tra la Prefettura di Rimini, la Commissione regionale Abi Emilia Romagna, la Banca d’Italia, la Camera di Commercio della Romagna e il mondo delle Associazioni di categoria.

Tra i suoi compiti, spiega una nota, l’Osservatorio Provinciale avrà “la promozione di iniziative di informazione sull’utilizzazione dei Fondi di prevenzione dell’usura, mantenendosi in stretto contatto con i Confidi, le Associazioni di Categoria ed altri soggetti pubblici e privati impegnati nel settore; il monitoraggio dell’applicazione del protocollo ai fini della migliore definizione di strategie di prevenzione e contrasto, anche d’intesa con le banche; il sostegno verso iniziative di prevenzione del fenomeno dell’usura, inteso anche nelle sue forme meno incidenti, quali il sovraindebitamento e la mancanza di oculatezza nella gestione del denaro; l’organizzazione di incontri periodici, intesi a sensibilizzare la cittadinanza sui rischi connessi alla ludopatia, anche attraverso testimonianze di persone che hanno vissuto il dramma dell’usura”.

Il Protocollo, inoltre, prevede anche interventi della Camera di Commercio locale “finalizzati, ad esempio, a promuovere azioni di prevenzione per la tutela della legalità”.