Nonostante la zona rossa un internet point a Palermo continuava a svolgere la sua attività, tra cui quella di ricarica conti gioco per le scommesse. Lo hanno scoperto gli agenti della polizia amministrativa della questura che hanno anche trovato davanti al negozio sei persone, alcune con precedenti di polizia. Non è stata trovata raccolta di scommesse clandestine; i poliziotti hanno constatato l’attività di ricarica dei conti gioco. L’attività è stata sospesa per 5 giorni. E’ stata elevata una sanzione di 400 euro. Già a febbraio scorso era stata contestata l’infrazione al titolare. Ora si sta valutando, fanno sapere dalla questura, l’adozione di eventuali ulteriori sanzioni. Lo riporta lasicilia.it.