calcio

Un flusso ritenuto “eccessivo” di scommesse sul successo del Crotone nella gara disputata il 30 marzo scorso al “Sandro Cabassi”, contro il Carpi, sarebbe al centro delle attenzioni della Procura Federale.

Secondo il quotidiano “il Resto del Carlino”, la magistratura sportiva della Figc avrebbe acceso una lampadina sul match di serie B dello scorso campionato, su cui sarebbe stato aperto un fascicolo da parte dell’organo inquirente e di cui si starebbe occupando un collaboratore della Procura.

“Al momento siamo solo alle fasi embrionali – si legge sul giornale emiliano – come da protocollo ogni volta che il sistema di controllo sulle scommesse evidenzia qualche anomalia, ma nei prossimi giorni è possibile che la Procura passi allo stato successivo delle indagini”.

La gara del 30 marzo, vinta dal Crotone per 2 reti ad 1 con doppietta di Simy, decretò la retrocessione in serie C del Carpi, ed allora fu al centro di polemiche per la direzione dell’arbitro, che non avrebbe consesso un rigore ai biancorossi su un presunto “mani in area” che – almeno secondo i tifosi locali – avrebbe potuto permettere di agguantare il pareggio.

Commenta su Facebook