L’unità di analisi delle informazioni finanziarie (“FIAU”), in collaborazione con la Malta Gaming Authority (“MGA”), ha pubblicato una versione rivista della parte II delle procedure di attuazione per il settore dei giochi a distanza.

Le modifiche apportate sono state rese necessarie per affrontare gli emendamenti alla normativa sulla prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo (“PMLFTR”) e alle procedure di attuazione – Parte I, nonché per riflettere le realtà che gli ufficiali della FIAU e della MGA hanno incontrato lungo il corso delle attività di vigilanza. Le revisioni salienti apportate a queste procedure di attuazione sono elencate di seguito: fornire ulteriori indicazioni sulla due diligence dei clienti (“CDD”), come ad esempio la verifica dell’identità dei clienti, lo svolgimento di un monitoraggio continuo, i rapporti con i clienti che sono PEP, nonché i requisiti previsti per le persone che agiscono come MLRO; chiarimento sugli obblighi delle persone interessate quando il cliente non è disposto a fornire allo stesso le informazioni e/o la documentazione necessarie richieste come parte del CDD; ulteriore elaborazione dei fattori di rischio che devono essere presi in considerazione dalle persone interessate, come il coinvolgimento delle affiliate; l’estensione degli obblighi antiriciclaggio propri del licenziatario e la lotta contro il finanziamento del terrorismo (“AML/CFT”) agli istituti fisici utilizzati per estendere la portata dei clienti dei licenziatari; fornitura di indicazioni mirate sui licenziatari aziendali; e l’inclusione di casi studio basati su casi reali analizzati dalla sezione di analisi dell’intelligence della FIAU.

Nel tentativo di assistere ulteriormente le parti interessate, la FIAU ha anche pubblicato sul suo sito web una copia delle procedure di attuazione originali, parte II, con tutte le modifiche apportate rintracciate per facilitare la consultazione.

Si ricorda alle persone in questione che le presenti procedure di attuazione e le modifiche apportate si concentrano su alcuni aspetti del PMLFTR e sulla loro applicazione e che giustificano un’ulteriore elaborazione a livello specifico del settore al fine di garantire la loro corretta interpretazione e applicazione da parte dei licenziatari. Si ricorda ai licenziatari che per comprendere e adempiere ai loro obblighi AML/CFT, devono leggere queste procedure di attuazione congiuntamente alle procedure di attuazione parte I.

La versione rivista della parte II delle procedure di attuazione è in vigore dal 2 luglio 2020.