carabinieri

(Jamma) – Sono 28 gli esercizi pubblici abilitati all’esercizio delle scommesse e al gioco d’azzardo lecito segnalati dai carabinieri alla questura di Lecce e ai rispettivi Comuni per violazione della legge regionale 43 del 2013 le cui prescrizioni impongono una distanza di almeno 500 metri da strutture giudicate sensibili, come scuole, chiese, case di cura.

I militari hanno effettuato ricognizioni nel capoluogo e in altri nove centri: a Lecce è stato segnalato un esercizio; quattro a San Pietro in Lama; cinque a Lequile; uno a San Cesario di Lecce; cinque a Monteroni di Lecce. A Cavallino sono state quattro le segnalazion; altrettante a Calimera; due esercizi segnalati a Lizzanello e uno rispettivamente a Surbo e a Melendugno.

Commenta su Facebook