L’Arabia Saudita chiude cinema, sale giochi e ristoranti. Il Paese ha inasprito le restrizioni dopo un aumento delle infezioni di Covid-19.

Annullati per trenta giorni gli eventi e le feste, compresi i matrimoni, ha reso noto il ministero dell’Interno in un comunicato diffuso dall’Agenzia di stampa saudita ufficiale. Ha inoltre interrotto “tutte le attività di intrattenimento”, inclusi cinema e sale da gioco, e ha sospeso i servizi di ristorazione in tutti i ristoranti e bar per 10 giorni, avvertendo che la sospensione potrebbe essere estesa.

L’Arabia Saudita – riporta l’Ansa – ha lanciato la sua campagna di vaccinazione contro il coronavirus il 17 dicembre dopo aver ricevuto la prima spedizione del vaccino Pfizer-BioNTech. Il ministero della salute ha affermato che il programma si svolgerà in tre fasi, a partire dalle persone di età superiore ai 65 anni e da quelle con disturbi cronici o che sono ad alto rischio di infezione.