Print Friendly

(Jamma) – “I giochi attirano la criminalità organizzata in termini di riciclaggio e usura. Il gioco legale muove 90 miliardi con un gettito fiscale di circa 9 miliardi euro, metà dagli apparecchi. Si tratta di un fenomeno in crescita che può riguardare fino a 4 milioni di persone nel nostro Paese.

Calabria e Campania hanno la propensione più alta al gioco. La nostra società è definita con il termine di fluidità, che ha perso una solidità in ambito produttivo e nell’organizzazione del lavoro. Questo ha una ricaduta sulla dimensione del tempo, che era lungo. Oggi abbiamo bisogno di ragionare nel breve periodo, abbiamo sostituito alla progettazione il desiderio dell’oggi. In questo presente il gioco può avere rilevanza simbolica. Il ricorso al gioco può rappresentare un’illusione di realizzazione nell’istante”.

Queste le parole del Prof. Ercole Giap Parini Docente UNICAL (Università della Calabria), Dipartimento Scienze Politiche e Sociali, in occasione del Convegno organizzato dalla Questura di Cosenza sul tema: “Ludopatia: Prevenzione e Sicurezza Sociale”.

Commenta su Facebook