Gli agenti del commissariato della Polizia di Stato di Adrano (CT), nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno sanzionato il titolare di una sala scommesse, aperta e operativa nonostante il divieto sancito con le recenti norme di contenimento della pandemia.

Gli operatori hanno notato uscire dall’esercizio due giovani che, alla vista della volante, sono fuggiti. Insospettiti da tale comportamento, sono entrati nella sala scommesse nella quale sono stati sorpresi altri due giovani intenti a compilare delle scommesse online.

Al titolare, che non ha fornito alcuna valida motivazione circa l’apertura dell’esercizio, è stata inflitta la sanzione amministrativa del pagamento di 400 euro e quella accessoria della chiusura dell’esercizio da 5 a 30 giorni, che avrà corso al termine dell’obbligo di chiusura disposto dal decreto.