scuola
Print Friendly, PDF & Email

Tornano a Brescia le attività per le scuole legate all’educazione alla legalità, con un aumento esponenziale delle richieste, rispetto agli scorsi anni. Saranno infatti quasi 19mila quest’anno gli alunni coinvolti.

In particolare per le classi quarte e quinte saranno sperimentati quattro nuovi progetti, che coinvolgeranno da soli circa 3000 alunni, tra cui troviamo anche il gioco d’azzardo.

“Il grande lavoro che stiamo facendo, sembrerà probabilmente controcorrente, visto il periodo storico in cui viviamo. Nel quale la soluzione migliore sembra essere sempre quella del presidio sul territorio, anziché la prevenzione per la nascita di comportamenti pericolosi – ha detto il sindaco Emilio Del Bono –. Noi però pensiamo che togliere un agente dalla strada per portarlo in una scuola, non sia una perdita di tempo, ma anzi un investimento. In quest’ultimo periodo si sta mollando troppo la presa dal punto di vista educativo, siamo piegati a pensare che la linea repressiva risolva il problema, ma non è sufficiente, è doverosa e necessaria ma non sufficiente”

Commenta su Facebook