slot

”Siamo in una società che ci induce attraverso la pubblicità a giocare… consapevolmente e allo stesso tempo ci battiamo per scongiurare il dilagare del gioco d’azzardo. Bisogna convincersi che non si gioca sempre perché si ha voglia di giocare, ma spesso perché si crede di poter risolvere i problemi economici con una vincita, questo è sbagliato”.

Così il Questore di Benevento Giuseppe Bellassai, intervenendo a “Economiascuola – Fate il nostro gioco”, incontro che si è tenuto a Telese Terme (BN), presso la Sala Conferenze Mario Liverini.

”Dobbiamo uscire dall’ipocrisia e agire. Un sindaco come autorità giudiziaria del suo comune può fare molto per contrastare la ludopatia e il gioco d’azzardo, attraverso un regolamento comunale che limiti gli spazi dedicati alle slot o altri sistemi di gioco, a distanze “ di sicurezza” da scuole o centri di aggregazione per giovani. Va certamente cambiata la tendenza concorrendo ad una rivoluzione generale che tenga conto di decisioni che devono essere assunte dalla politica” ha concluso Bellassai.

La giornata organizzata in collaborazione con la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, Ubi Banca, rientra nel mese dell’educazione finanziaria e ha visto la partecipazione di diversi istituti scolastici di II grado. Filippo Liverini, presidente di Confindustria Benevento ha fortemente voluto questo evento, perché convinto che la lotta alle ludopatie sia possibile iniziando dalla corretta informazione sul rischio.

Commenta su Facebook