Print Friendly, PDF & Email

Si è conclusa, presso la sala Sisal Wincity Diaz di Milano, la finalissima, la sfida decisiva ai fornelli del Winchef Contest.

A vincere finalissima, la gara più agguerrita e appassionante, la più dura, è stata Beatrice Segoni con la sua creazione “Spaghetti patate cozze e… caviale”.

Protagonisti della serata sono stati i primi piatti. Si, perché diversamente da quanto attuato nelle tappe locali, nessuno degli chef in gara doveva, nella finalissima, essere avvantaggiato con un ingrediente. Tutti alla pari, tutti pronti a realizzare la ricetta più creativa, più colorata, più gustosa, più…

Quattro le tappe coinvolte nell’iniziativa – Roma, Milano, Catania e Firenze – città che avevano ognuna tanto da raccontare in luoghi concepiti per osservare, assaggiare, imparare, ridere, per vivere momenti culinari davvero intriganti e originali in spazi dove spensieratezza, svago e benessere si coniugano con il buon cibo, per nuove e uniche esperienze di intrattenimento.

Ed è stato lo chef Angelo Troiani conduttore e giudice di questo contest che ha visto coinvolti ben 12 chef di elevata e riconosciuta professionalità. Pronti sempre a mettersi in gioco, a creare e stupire. Ma è stato solo 1 chef per tappa ad avere diritto alla finalissima, pronto a esprimere questa volta il meglio di se stesso.

Di seguito i vincitori che hanno gareggiato nella finalissima e i loro rispettivi “primi piatti”:

Davide Cianetti – Ristorante Pierluigi
Vincitore della tappa di Roma
Piatto finalissima: “Mezzo pacherò all’amatriciana”

Federico Comi – Ristorante Osteria Brunello
Vincitore della tappa di Milano
Piatto finalissima: “Spaghettone pomodoro bianco ricotta bufala al lime, gambero marinato al basilico e pistacchi tostati”

Valentina Chiaramonte – Ristorante Fud Off
Vincitore della tappa di Catania
Piatto finalissima: “Tagliatelle caprino e mandarino”

Beatrice Segoni – Ristorante Konnubio
Vincitore della tappa di Firenze
Piatto finalissima: “Spaghetti patate cozze e…. caviale”

E Beatrice Segoni, oltre alla soddisfazione personale e a un premio in denaro, firmerà il suo piatto vincitore che verrà inserito nel menù delle sale Sisal Wincity di Catania, Firenze, Milano e Roma, come espressione della tradizione, creatività, estro, ingegno, di una tradizione tutta ‘italiana’.

Il giudizio delle performance culinarie è stato affidato a una severa e rigorosa giuria composta da Francesco Durante – AD Sisal Entertainment, Chef Angelo Troiani oltre che da Alberto Rossetto – Giornalista critico gastronomico, Paolo Vizzari – Giornalista critico gastronomico dell’Espresso, Davide Galluccio – Manager Ristorante “LARTE” Milano e Clara Mennella – Vice Direttore di “Italia a Tavola” www.italiaatavola.net.

I giurati hanno analizzato le proposte secondo cinque criteri: di gusto, abbinamento cromatico, food cost, riproducibilità e tecnica di esecuzione. La decisione è stata difficile, quasi al limite del pareggio a dimostrazione che per davvero cucinare è un’arte e gli chef in finale erano davvero pronti a giocarsela, fino all’ultimo colpo di cucchiaio!

E’ stata davvero una festa per tutti, un momento di serenità e ilarità. Chi ha osservato, chi ha carpito qualche segreto culinario, chi cercherà di riprodurre a casa le ricette o chi semplicemente è stato soddisfatto per aver avuto l’occasione di degustare un piatto preparato direttamente dallo Chef Angelo Troiani: “Spaghetti “Felicetti” ajo e ojo, peperoncino, pecorino romano, gamberi rossi, limone, menta e scaglie di mandorle”.

E’ calato così il sipario sul Winchef Contest, un percorso intenso e appassionante che non ha visto solo un vincitore, ma tanta voglia di divertirsi e mettersi in gioco nelle sale Sisal Wincity, dagli chef che hanno partecipato, al pubblico presente.

Arrivederci Winchef, alla prossima!

Commenta su Facebook