L’undicesima edizione del Balkan Entertainment and Gaming Expo (BEGE), insieme all’European Gaming Summit, hanno cementato un duplice successo per lo spettacolo e anche per Merkur Gaming.

BEGE è cresciuta e si è evoluta come ora la fiera di riferimento per l’Europa dell’est e la regione dei Balcani, attirando ancora una volta un pubblico internazionale e un aumento di spazio e nuovi espositori. Merkur Gaming espone in Bulgaria ogni anno dal 2016, aumentando ogni volta lo spazio espositivo e aumentando la penetrazione del mercato anno dopo anno.

L’azienda del Gruppo Gauselmann è ora riconosciuta come fornitore di primo livello per la regione in generale e in particolare per la Bulgaria. Quest’anno, i visitatori dell’operatore presenti a BEGE provenivano da località diverse come Grecia, Cipro del Nord, Croazia, Serbia, Macedonia, Romania e, naturalmente, Bulgaria. Lo stand Merkur Gaming ha presentato oltre 120 singoli giochi e la sua gamma di cabinet, tra cui la nuovissima Allegro Curve e i modelli Merkurstar, Avantgarde ed Evostar.

Isaakidis Athanasios ‘Sakis’, Chief Executive di Merkur Gaming International, ha elogiato l’evento dicendo: “Ancora una volta, BEGE ha dimostrato di essere uno spettacolo eccellente per noi. Siamo stati lieti di entrare in contatto con i nostri clienti e di creare nuovi importanti contatti. L’importanza della regione balcanica, e in particolare della Bulgaria, per Merkur Gaming non può essere sottovalutata e ci congratuliamo con gli organizzatori di BEGE per aver fornito un eccellente forum per i nostri affari”.

Anche Markus Wessler, direttore delle vendite internazionali, ha elogiato la fiera. Ha detto: “Con una storia che dura da undici anni, BEGE è una storia di successo ed espansione. Sono particolarmente soddisfatto che Merkur Gaming abbia lasciato il segno in modo così positivo negli ultimi tre anni. Attendiamo con impazienza l’espansione in tutta l’Europa orientale e continueremo a introdurre nuove innovazioni nel settore dell’intrattenimento di gioco qui nei prossimi anni”.

Commenta su Facebook