Concessioni Bingo, “la legge di Stabilità per il 2018 ha reso impossibile valutare la convenienza economica della gestione delle concessioni in proroga”. Questo è il principio che, secondo gli avvocati degli operatori, “il Tar del Lazio ha voluto affermare oggi, con l’ordinanza con la quale è stata rimessa alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale della norma di legge che ha ulteriormente prorogato le concessioni del Bingo, in attesa dell’espletamento della nuova gara, contestualmente aumentando in modo sproporzionato il canone di concessione.

Il Tar ha ritenuto che le continue proroghe in uno con il costante rinvio delle procedure di gara, e con l’aumento del canone renda impossibile per gli operatori valutare le convenienza del regime di proroga”.

Così gli avvocati Matilde Tariciotti e Luca Giacobbe legali delle società di bingo nei ricorsi al Tar Lazio commentano un’ordinanza che “stigmatizza l’improprio utilizzo delle proroghe delle concessioni, in attesa dell’espletamento di gare che, nel settore del Bingo, come in altri – si pensi anche alle scommesse – di fatto vengono procrastinate sine die nella loro indizione, introducendo elementi di grande incertezza nel settore”