(Jamma) – Continua serrata l’attività di confronto tra gli operatori del gioco e le amministrazioni comunali delle Marche, finalizzata ad approfondire le tematiche inerenti un settore importante ma complesso come quello del gioco.

Ieri, 16 maggio, è stata la volta del Comune di Jesi (AN), che in giunta può contare sulle competenze specifiche di Marisa Campanelli, assessore ai servizi sociali e psicoterapeuta. L’assessore Campanelli, anche su indicazioni del sindaco Bacci, ha così organizzato un incontro con Paolo Gioacchini, Vice Presidente nazionale di Assotrattenimento 2007–Confindustria Sit e responsabile per la regione Marche. Un confronto aperto e propositivo sulle dinamiche e le problematiche di un settore particolarmente articolato e poco conosciuto, che è servito a verificare le possibili soluzioni da adottare per valorizzare le attività di informazione e prevenzione nel comparto. Lo stesso assessore Campanelli si è detta disponibile ad approfondire l’argomento con tutti gli attori della filiera del gioco, per far fronte alle criticità del settore.

“Ringraziamo l’amministrazione comunale di Jesi per aver permesso questo confronto e ribadiamo la nostra disponibilità a fornire tutte le informazioni necessarie per fare la necessaria chiarezza sul nostro settore – ha ribadito Paolo Gioacchini – e ci auguriamo vivamente che anche con il Comune di Jesi, a prescindere dall’esito delle prossime elezioni amministrative, possa organizzare in futuro tavoli di lavoro che comprendano associazioni di categoria, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e rappresentanti della comunità medico scientifica, proprio come è stato fatto la scorsa settimana nel capoluogo di Regione”.

Commenta su Facebook