Uno studio condotto per il Betting and Gaming Council (BGC), che rappresenta gli operatori regolamentati del Regno Unito, rivela che i consumatori sono esposti a un gran numero di operatori senza licenza (38%) attraverso i risultati di ricerca per i termini chiave di gioco sui principali motori di ricerca.

4 risultati di ricerca su 10 per termini chiave di gioco sui principali motori di ricerca sono operatori del mercato nero senza licenza

La BGC invita il governo a garantire che il disegno di legge online Harms, che presto sarà presentato in Parlamento, includa azioni per reprimere le piattaforme che traggono profitto da operatori del gioco nero non regolamentati.

Pericolo che i bambini accedano a siti Web illegali senza rigorose misure di identificazione e di verifica dell’età a differenza degli operatori con licenza nel Regno Unito

Esiste il pericolo particolare che i bambini accedano a questi siti Web in assenza di misure rigorose di verifica dell’identità e dell’età applicate da operatori con licenza nel Regno Unito. Le nuove rigorose procedure di verifica dell’età introdotte a maggio 2019 per gli operatori con licenza nel Regno Unito richiedono una verifica completa di nome, età e indirizzo prima che chiunque possa aprire un conto online o effettuare una scommessa.

27 milioni di visite dagli indirizzi IP del Regno Unito ai siti di gioco del mercato nero

L’Advisory Board normativo per il gioco d’azzardo sicuro (precedentemente RGSB) ha avvertito nel 2018 che i fornitori di servizi Internet, i negozi di app, le società di motori di ricerca e altri fornitori pertinenti dovrebbero essere vigili sulla possibilità dell’uso da parte di terzi dei loro prodotti per fornire giochi d’azzardo illegali ai bambini e giovani e dovrebbero essere proattivi nel prevenirlo.

Secondo le stime, nel Regno Unito 200.000 persone hanno utilizzato siti di gioco illegali negli ultimi 12 mesi

La considerevole proporzione di giocatori d’azzardo che utilizzano operatori senza licenza rivela che le dimensioni del “mercato nero” attivo nel Regno Unito oggi valgono circa 1,4 miliardi di sterline di quote.

Le statistiche sul traffico web suggeriscono che ci sono 27 milioni di visite da indirizzi IP del Regno Unito. Alcuni siti Web senza licenza bloccano i clienti dal Regno Unito, ma molti di questi possono essere elusi tramite VPN (Virtual Private Networks).