“Per contrastare efficacemente l’espansione del sistema illegale è necessario invertire la tendenza normativa che ha colpito il comparto del gioco pubblico con restrizioni particolarmente lesive. Le ordinanze adottate, risultato di una strategia di discredito originata da esigenze di propaganda politica, hanno provocato un’azione espulsiva dei presidi legali rappresentati dalle attività della filiera. Compromettere la tenuta del settore del gioco legale significa esporre il fianco alle infiltrazioni illecite. L’ottusità di buona parte delle forze politiche, ferme nelle proprie convinzioni pregiudiziali in materia di gioco, rischia di spianare la strada all’illegalità”. Così Sapar intervenendo a sostegno di quanto dichiarato dalla deputata di Forza Italia, Benedetta Fiorini, in merito alla relazione DIA sugli interessi della criminalità organizzata nel settore del gioco pubblico.