“Siamo arrivati a metà luglio ed ancora gli ippodromi non hanno ricevuto l’anticipazione prevista dal decreto della Ministra Bellanova del 6 maggio scorso. Siamo fiduciosi dopo che il Ministero ha pubblicamente promesso il pagamento dell’anticipo del 40% della sovvenzione 2020 entro fine mese e confidiamo che, una volta risolto questo problema, si risolvano anche i seguenti punti:

1 – Definizione e sottoscrizione del contratto con gli ippodromi per l’anno 2020.

2 – Assegnazione agli ippodromi del Preu 2020.

3 – Avvio del percorso per un nuovo e condiviso contratto con gli ippodromi per il triennio 2021-2023.

4 – Pubblicazione del calendario annuale delle corse.
5 – Velocizzazione dei tempi

In attesa di ricevere presto risposte ufficiali restiamo pronti, come sempre, a collaborare per la migliore soluzione dei problemi”. Così in una nota il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D’Alesio.