Totem

Ben due perizie, di cui una effettuata su un apparecchio da gioco analogo, per confermare la sanzione per gioco d’azzardo irregolare. La Corte di Appello di Reggio Calabria ha confermato in questi giorni la sentenza con la quale il titolare di una rivendita della provincia era stato sanzionato per aver messo a disposizione un totem che, secondo l’accusa, risultava collegato ad un casinò online.

Il ricorso dell’esercente contro la sentenza del 2017 del Tribunale di Reggio Calabria è stato ritenuto ammissibile e respinto nel merito. Il giudice ha evidenziato che “nel prosieguo dell’attività ispettiva era stato richiesto un esame specialistico ai tecnici della SOGEI, i quali accertavano che il congegno al momento della perizia presentava danneggiato l’hard disk, impedendo l’acquisizione dell’immagine HD tramite duplicatore TABLEAU che avrebbe permesso l’attività di analisi.

A ciò ha rimediato l’Agenzia acquisendo altra perizia tecnica a cura della stessa società specializzata ed effettuata su identico apparecchio Totem Kiosk, da cui è emerso che le funzionalità offerte consentono ai clienti attraverso la connessione telematica di giocare su piattaforme di gioco; la perizia in oltre 70 pagine riporta in dettaglio le attività svolte e i programmi trovati installati nel Totem con i giochi eseguibili con il rispettivo logo e contenuto, confermando senza incertezze che l’apparecchio consentiva attraverso la connessione telematica di effettuare giochi cosiddetti da casinò (poker, slot, roulette ecc.), tipiche di giochi d’azzardo che implicano una posta pecuniaria, in modalità online.

Trattandosi di un apparecchio identico, come detto, a quello sequestrato nella rivendita, la perizia sullo stesso effettuata può certamente utilizzarsi per confermare le modalità già riscontrate in sede di accesso ispettivo, evidenziando che l’opponente su tale profilo non ha mai esposto una qualsiasi contestazione, né in primo grado, dopo l’articolata memoria di costituzione dell’Agenzia con allegata la perizia della SOGEI, né con l’appello (peraltro incentrato unicamente sulla dichiarazione di tardività dell’opposizione)”.

Articolo precedenteADM: il saluto del Direttore Minenna ai neo assunti
Articolo successivoADM: scommesse, scoperti in provincia di Taranto due centri gioco affiliati a operatori senza concessione