Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) La Turchia rinuncia al progetto di privatizzazione della sua lotteria nazionale previsto per marzo prossimo e continuerà a lavorare ad un intervento che coinvolga anche le scommesse sulle corse di cavalli. E’ quanto ha detto ieri in una intervista il ministro delle Finanze Naci Ağbal. “Abbiamo concluso l’esame delle offerte ricevute per la lotteria nazionale” ha precisato. Nel 2014 l’azienda che si era aggiudicata la gara non era riuscita a pagare 2,76 miliardi di dollari. Da qui la decisione di passare al secondo miglior offerente , una joint venture di una società anatolica di proprietà di gioielliere Ahlatcı e una società turca. Ma anche questa non era riuscita a effettuare il pagamento in tempo.

Commenta su Facebook