Continua la missione del Team Exeed, la prima squadra di Esports nata in Italia, di coinvolgere atleti e pro-player in nuovi format di intrattenimento. Dopo il grande successo di Lady Esports, con le calciatrici della Serie A femminile, domenica 14 giugno si sono incontrati su FIFA il campione del Cagliari Radja Nainggolan e i player professionisti Dagnolf, Hollywood e Ribera.

Advertisement

Due ore e mezza di partite sul videogioco più amato dagli italiani, ma anche momenti di confronto e domande con i tifosi. Nainggolan e i player di Exeed, tutti e quattro insieme nella stessa squadra, hanno intrattenuto gli utenti di Twitch con una parte di gioco, e una di talk show, in cui sono emerse anche curiosità e aneddoti che hanno entusiasmato la community di FIFA e non solo. Tutto questo è nato grazie al lavoro di CreationDose, MarTech company verticale nell’influencer marketing, con soluzioni innovative su Twitch, TikTok e Instagram, e Sports Generation, che sono state realtà decisive per la realizzazione di tale contenuto per Exeed.

A testimoniarlo sono anche i numeri: oltre 186.000 impression per i post su Instagram, e quasi 235.000 per le stories, mentre le visualizzazioni su Twitch sono state circa 60.000 con più di 25.000 utenti unici in due ore e mezza di live. Dati davvero importanti, che certificano non solo l’ottima riuscita dell’evento, ma anche dimostrano che la strada intrapresa dal Team Exeed è quella giusta: unire il reale e il virtuale, creare un punto d’incontro tra calciatori e pro-player. Sono tante infatti le similitudini tra un calciatore e un atleta del mondo Esports: allenamenti, gare e training mentale sono all’ordine del giorno anche per chi dedica la propria vita ai videogiochi competitivi.

Ormai gli Esports rappresentano un movimento sportivo, e sociale, pari al calcio e alle altre discipline. Con il lockdown e lo stop alle competizioni reali, il pubblico ha imparato a capire ed amare ancora di più il mondo dei videogiochi, e a vedere i nostri player come veri e propri professionisti” dichiara Federico Brambilla, CEO del Team Exeed. “Momenti come questo, in cui campioni del calibro di Nainggolan si mettono in gioco in prima persona, fanno capire quanto sia sempre più sottile la linea che divide il calcio giocato a quello su FIFA. Riteniamo che si tratti di un format di intrattenimento vincente, e molto utile a rendere gli Esports ancora più popolari. Per questo abbiamo già in serbo altre iniziative per il futuro”. E sottolinea il concetto anche Alessandro La Rosa, CEO & Founder di CreationDose: “Questo è un nuovo modello di intrattenimento che dà nuova luce a format esclusivi, in cui i brand possono investire per coinvolgere la propria community”.