Il Tar Piemonte ha respinto una serie di ricorsi contro i provvedimenti di alcuni Comuni con i quali veniva comunicato ai titolari di esercizi pubblici la presenza, a una distanza inferiore ai 300 mt, di luoghi sensibili. I giudici hanno…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati