E’ una richiesta lanciata in queste ore: che si discuta subito la petizione sul coparto delle slot.

Lo chiede con una missiva il tecnico ed esperto del settore Eugenio Bernardi.

Nelle scorso settimane Eugenio Bernardi aveva presentato una petizione a Camera e Senato.

La richiesta fa seguito la pubblicazione delle indiscrezioni sul nuovo aumento della tassazione sull AWP

“Chiedo la immediata messa in discussione della Petizione n. 449, assegnata alla 6a Commissione permanente sotto riportata e vi ricordo nuovamente che:

 

la vincita AWP o slot bar odierna è al 68% resta un 32% di cui  lo stato si piglierebbe il 23% nel DL FISCALE appena approvato alla Camera ed era già tanto ora vorreste passare al 24% il Preu + 0,8 che va ad ADM ( di cui 0,5% torna ai concessionari) oltre al costo rete di connessione resta un 6,5 % ( marginalità azzerata) scarso da dividere fra esercente e gestore, ovvero una tassazione all’80% a carico dei gestori delle Awp che stanno tuttora  pagando il cambio macchine per precedente cambio percentuale dal 70% al 68% da terminare entro il 30 giugno 2020. Pagano sempre gli stessi e poi c’è il nuovo bando concessioni art.92 DL Bilancio con costi enormi 1.400 euro per installare una AWP e 11mila euro per licenza ad esercizio pubblico oltre al previsto nuovo cambio apparecchi dal 2021 per l’arrivo delle AWPR da remoto. Ditemi voi se questi ragionano ma i MONOPOLI o ADM non vi hanno già spiegato?

Vogliate prendere in considerazione la petizione e fare un minimo di ragionamento il settore non ce la fa più poi addio agli attuali e futuri oltre 5 miliardi annui che avete messo a bilancio oltre 1,8 miliardi del nuovo bando??

Ultima cosa come mai abbassate il PREU alle VLT e lo aumentate alle AWP, forse ascoltate certi poteri e non il comparto delle 5mila imprese di gestione AWP? Pensar male si fa peccato ma spesso, troppo spesso ci si azzecca, almeno nel mondo del gioco”, conclude Bernardi.