Le scommesse e i giochi online illegali sono entrati nel mirino dei Carabinieri della compagnia di Casoria. I militari sono stati supportati da personale dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli. Controlli scattati nei bar, centri scommesse e ricevitorie della provincia a nord di Napoli.

I carabinieri sono partiti da Cardito, in un bar, dove i carabinieri della stazione di Crispano scoprivano che venivano raccolte scommesse senza che l’attività fosse autorizzata. Erano state predisposte postazioni grazie alle quali i clienti potevano scommettere online sui principali eventi sportivi: 3 i pc sequestrati. Sotto sigillo anche una stampante termica per l’emissione di ticket con i dettagli della puntata. Per il titolare pesanti sanzioni e una denuncia.

Altrettanto salate le multe notificate ad una imprenditrice di Arzano. Legale rappresentante di un bar, la donna aveva installato nel locale due videoslot illegali, scollegate dal circuito AAMS. Sono 22mila euro le sanzioni comminate, sequestrate le apparecchiature. Inoltre nella frazione di Arpino a Casoria, i militari della locale stazione rinvenivano in un bar una videoslot senza licenza. Multe e sequestri anche per questo titolare. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.