(Jamma) – “Il rapporto di fiducia fra regolatore e operatori che si instaura attraverso il sistema di licenze permette quel dialogo costruttivo per il settore del gioco.

Indubbiamente gli operatori hanno grande potere economico e tendono a imporre le loro regole ma la chiave è la flessibilità. Molto poi dipende dalle scelte delle diverse giurisdizioni”. E’ quanto dichiarato da Claire Pinson, european and international Affairs Officer Presidency dell’Arjel nel corso del convegno dell’Eig a Berlino.

Commenta su Facebook