(Jamma) Non mancano nel Dl Fiscale  le proposte di modifiche alla norma che introduce, a partire dal 2017, la lotteria sugli scontrini. Tra gli oltre 1.000 emendamenti al decreto in discussione alla Camera c’è anche la proposta del deputato Filippo Piccone (Ap) con il quale si chiede che “Al comma 1, capoverso Art. 21, comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli sono altresì stabilite le modalità di conservazione degli scontrini delle giocate dei giochi pubblici autorizzati secondo criteri di semplificazione e attenuazione degli oneri di gestione per gli operatori interessati e l’amministrazione, anche con il ricorso agli adeguati strumenti tecnologici, ferme le esigenze di controllo dell’Amministrazione finanziaria”.

L’onorevole Cosimo Latronico (Conservatori e Riformisti) propone invece che “Al comma 1, capoverso Art. 21, comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli sono altresì stabilite le modalità di conservazione degli scontrini delle giocate dei giochi pubblici autorizzati secondo criteri di semplificazione e attenuazione degli oneri di gestione per gli operatori interessati e l’amministrazione, anche con il ricorso agli adeguati strumenti tecnologici, ferme le esigenze di controllo dell’Amministrazione finanziaria”.

Roberto Capelli e Bruno Tabacci (Des-Cd) chiedono invece  : “Al comma 1, capoverso Art. 21, comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli sono altresì stabilite le modalità di conservazione degli scontrini delle giocate dei giochi pubblici autorizzati secondo criteri di semplificazione e attenuazione degli oneri di gestione per gli operatori interessati e l’amministrazione, anche con il ricorso agli adeguati strumenti tecnologici, ferme le esigenze di controllo dell’Amministrazione finanziaria”.

Commenta su Facebook