L’Autorità per il gioco svedese ha aperto una indagine su scommesse su eventi che vedono  impegnati atleti minorenni.
“Scommettere su giocatori di età inferiore ai 18 anni è vietato ed è considerato una grave violazione della legge sul gioco” ha precisato in una nota l’Autorità svedese. “La disposizione mira a proteggere l’integrità degli sport giovanili ed è importante per impedire ai giovani di età inferiore ai 18 anni di essere esposti all’influenza della manipolazione dei risultati delle partite. L’ispettorato del gioco è molto severo su tali scommesse e ha quindi avviato una indagine  su diverse società in merito alle scommesse sui giocatori di età inferiore ai 18 anni. L’Autorità ha fatto sapere che è prevista la costituzione di una commissione specifica.