Per le attività commerciali, comprese sale giochi, slot, scommesse e bingo, sono prorogate fino al 31 agosto prossimo le misure di contrasto al COVID-19.

E’ quanto prevede ordinanza della Regione Saardegna. “Le disposizioni dell’Ordinanza producono i loro effetti fino al 31 agosto 2020, salvo proroga esplicita e salvo ulteriori, diverse prescrizioni, anche di segno contrario, che dovessero rendersi necessarie in dipendenza dell’andamento della curva di diffusione del virus, che sarà costantemente monitorata dai competenti organi dell’amministrazione e delle aziende”, reca il provvedimento.

Continuano poi ad essere consentite le attività che abbiano luogo in discoteche o altri locali assimilabili all’intrattenimento (in particolare serale e notturno), esclusivamente all’aperto, purché sia assicurato, con ogni idoneo mezzo, compreso quello dell’informazione e vigilanza, il divieto di assembramento e dell’obbligo di distanziamento interpersonale, rispettando, a seconda della capienza massima del locale, il limite di almeno un metro tra gli utenti e due metri tra utenti che accedono alla pista da ballo. Tali attività dovranno svolgersi nel rigoroso rispetto di quanto previsto dalDPCM del 07 agosto 2020 e dalla scheda tecnica “Discoteche” contenuta nelle “Linee guida per la riapertura della attività economiche, produttive e ricreative” approvata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 06 agosto2020, allegato 1del DPCM del 7 agosto2020.Art. 2)I soggetti gestori dei locali nei quali si svolgono le attività di cui all’art. 1 sono tenuti a:-garantire percorsi differenziati per l’ingresso e le uscite, che consentano il mantenimento delle distanze di sicurezza durante la fila;-eseguire la misurazione della temperatura corporea all’ingresso;-tenere a disposizione erogatori di soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;-igienizzare costantemente le superfici con le quali entrano in contattogli avventori e, specialmente, i servizi igienici;-utilizzare dispositivi monouso per la somministrazione di alimenti e bevande;-contenere gli accessi al locale in misura non superiore al 70% della capienza autorizzata nella licenza;-comunicare alla Stazione del CFVA competente per territorio il programma delle serate con i rispettivi orari di inizio e conclusione delle stesse,con cadenza almeno settimanale.