Con un sub-emendamento del relatore all’emendamento presentato ieri alla manovra di Bilancio 2019 con il quale viene cancellato il Totocalcio e sostituito con altri concorsi a pronostico, il governo quantifica i fondi che saranno destinati al CONI.

Nello specifico con la proposta che Jamma ha potuto visionare si stabilisce di assegnare 40 milioni l’anno al CONI per il suo funzionamento, 368 milini anni alla Sport e Servizi, la società che sostituirà CONI servizi e 2 milioni per l’organizzazione dei nuovi concorsi a pronostico.