Presentato da Forza Italia in Commissione Affari Sociali della Camera un subemendamento all’emendamento del Governo sul decreto Riaperture per chiedere la ripartenza anticipata del comparto giochi.

“All’emendamento 2.100 del Governo, lettera i), capoverso Art. 8-ter, apportare le seguenti modificazioni: a) al comma 1: 1) sostituire le parole: dal 1° luglio 2021, con le seguenti: dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto; 2) dopo le parole: consentite le attività di aggiungere le seguenti: gioco pubblico svolte nei negozi e punti di gioco, nelle; 3) aggiungere, in fine, il seguente periodo: è consentito lo svolgimento anche in data anteriore, di attività preparatorie che non prevedano afflusso di pubblico; b) dopo il comma 1, aggiungere il seguente: 1-bis. Le linee guida possono prevedere, con riferimento a particolari eventi, che l’accesso sia riservato soltanto ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9”.

0.2.100.65. D’Attis, Bagnasco, Novelli (FI)

Di seguito il passaggio riguardante i giochi inserito nell’emendamento del Governo:

Art. 8-ter. – (Attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò) – 1. Dal 1° luglio 2021, in zona gialla, sono consentite le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020. »;