Sono impietosi i numeri della raccolta di scommesse sportive nei primi cinque mesi del 2019. Secondo i dati pubblicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la raccolta si ferma a 993 milioni di euro, per una spesa reale di poco più di 240 milioni di euro.

La sospensione delle attività dovuta all’emergenza Coronavirus è destinata a far sentire i suoi effetti sul bilancio complessivo dell’anno. E’ impossibile, infatti, pensare ad un recupero della mancata raccolta nell’arco dei prossimi mesi.

Le attività di scommesse partono con una forte penalizzazione, da una parte la proroga della sospensione in alcune zone d’Italia, tra cui il Lazio e dall’altra l’aumento della tassazione per il finanziamento del fondo salva-sport.

Scarica la tabella con i volumi di gioco divisi per provincia a questo link