betn1
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Questa mattina lo Studio Legale dell’Avvocato Parrelli Mariateresa, che cura la difesa della nostra Società e dei nostri affiliati, ci ha comunicato che anche a Vado Ligure in provincia di Savona, il titolare dell’agenzia Betn1 è stato assolto con la formula “il fatto non è previsto dalla legge come reato” dal reato penale di raccolta di scommesse in assenza di Concessione italiana previsto dalla legge 401/89″ scrive in una nota Betn1.

“Il caso risale al 2015 quando, a seguito di un controllo , veniva presentata denuncia per il reato di raccolta abusiva, nonostante il titolare del Centro Betn1 avesse allegato al verbale di contestazione tutte le domande presentate alle autorità competenti e dimostrato di aver rispettato le procedure idonee di Legge.

Nella causa di Vado Ligure, quanto riportato dal PM al Giudice, su come era stata organizzata l’attività di raccolta scommesse, corrisponde alla verità, dice la Corte, ma al contempo essa non rientra in nessuna fattispecie di reato, sia da punto di vista degli elementi soggettivi che oggettivi, poichè gli è stato attribuito per un errore di valutazione giuridica. Tradotto in un italiano volgare: il pubblico ministero contesta un reato non previsto come reato dalla legge stessa.

Sogno di Tolosa Ltd – si legge – spera che anche questo caso di assoluzione contribuisca a far terminare questa caccia alla streghe verso i nostri punti di raccolta che, ricordiamo, sono LEGALI al pari dei titolari di Concessione italiana anche se regolamentate da 2 diverse norme del medesimo ordinamento giuridico. Ringraziamo l’avvocato Parrelli e tutti i suoi collaboratori per gli ottimi risultati raggiunti ma anche tutti i titolari di un’agenzia Betn1 per la fiducia riposta sulla nostra Società” conclude la nota.

Commenta su Facebook