A Roma il 17,5% dei ragazzi di sesso maschile ha utilizzato internet per scommesse e giochi d’azzardo, a fronte di un 3,2% tra le ragazze.

È quanto emerge da un’indagine realizzata dalle Acli di Roma e provincia in collaborazione con l’Istituto di Ricerche educative e formative (Iref), che ha coinvolto circa 800 adolescenti tra i 13 e i 18 anni e che è stata realizzata in occasione della chiusura del progetto Rete Solidale, rivolto alla fascia di studenti del primo Biennio della Scuola secondaria superiore.

Il 34,9% delle ragazze della Capitale ha cercato su internet nell’ultimo anno informazioni su come dimagrire; il valore è del 12,7% per i ragazzi. Meno diffuso l’autolesionismo: ha cercato informazioni l’14,7% delle ragazze e il 6,6% dei ragazzi.

L’acquisto di sostanze stupefacenti su Internet è abbastanza raro – il 2,0% – ma la curiosità spinge i giovani a cercare informazioni nel 22,8% dei casi; ciò è più frequente tra i maschi che tra le femmine (25,6% vs 20,2%) e più tra gli adolescenti, il 24,5% contro il 16,4%.