Ippica

Prostate Cancer UK, Marie Curie, i tre enti di beneficenza delle forze armate e Care Radio riceveranno una quota di £ 1,25 milioni dopo che Peretto, girato in 18/1, guidato da Oisin Murphy, ha vinto il Britannia Stakes al Royal Ascot giovedì scorso.

I membri del Consiglio di scommesse e giochi Flutter (Paddy Power, Betfair, Sky Bet), bet365, Entain (Ladbrokes, Coral), William Hill, Kindred (Unibet), BetVictor, Betway, Rank Group (Grosvenor Sport) e AnzoGroup (Livescore Bet e Virgin Bet), più Tote, Fitzdares e Sporting Index, tutti iscritti all’iniziativa di raccolta fondi.

In tutto, grazie al supporto degli scommettitori che hanno goduto di un brivido durante la gara, consegneranno 1,25 milioni di sterline in beneficenza.

Questa cifra supera nettamente le 250.000 sterline elargite in seguito alla prima raccolta fondi di beneficenza del Britannia Stakes di un anno fa.

Michael Dugher, amministratore delegato del Betting and Gaming Council, ha dichiarato: “Sono assolutamente entusiasta dell’importo raccolto da questa fantastica iniziativa al Royal Ascot. Questo denaro farà un’enorme differenza per l’incredibile lavoro svolto dagli enti di beneficenza coinvolti. Vorrei ringraziare tutti i membri BGC che hanno preso parte all’iniziativa – così come i loro clienti che hanno goduto di un brivido durante la gara – per la loro generosità nel sostenere alcune grandi cause”.

Alastair Warwick, amministratore delegato Ascot Racecourse, ha dichiarato: “Siamo lieti che Royal Ascot abbia ancora una volta svolto un ruolo nella raccolta di fondi preziosi per questi meritevoli enti di beneficenza. So che questa fantastica iniziativa del settore delle scommesse è estremamente apprezzata e il denaro verrà utilizzato per alcune cause estremamente utili”.

Il brigadiere Peter Walker, responsabile durante il Royal Ascot per la Royal Navy e la Royal Charity, ABF The Soldiers’ Charity e RAF Benevolent Fund, ha dichiarato: “Gli enti di beneficenza sono molto grati all’industria delle scommesse e dei giochi per il loro generoso sostegno, che aiuta tutti e tre gli enti di beneficenza nel loro lavoro per sostenere il personale delle forze armate, i veterani e le loro famiglie nei momenti di bisogno. Durante la pandemia è stato molto difficile raccogliere fondi e questa spinta al reddito di beneficenza è molto apprezzata”.

Marie Curie Head of Special Events, Susan Boissier, ha dichiarato: “Vorremmo ringraziare i membri del Betting and Gaming Council per questa incredibile donazione, che ci consente di supportare le persone in tutto il Regno Unito attraverso i nostri servizi di assistenza infermieristica e hospice in prima linea. La nostra raccolta fondi è stata influenzata dal coronavirus ed è grazie a iniziative generose come questa che siamo lì per le persone e per aiutare a migliorare l’esperienza di tutti coloro che sono alla fine della vita”.

Nicola Tallett, Direttore della raccolta fondi e del coinvolgimento dei sostenitori di Prostate Cancer UK, ha dichiarato: “Vorrei ringraziare tutti al Betting and Gaming Council e i membri degli operatori di scommesse per il loro sostegno per il secondo anno e questa fantastica donazione a Prostate Cancer UK. Il cancro alla prostata è il più comune negli uomini nel Regno Unito, con circa 400.000 uomini che vivono con la malattia ed è giusto che questo cada nella settimana della festa del papà, che è una data chiave nel nostro calendario. Vogliamo celebrare e ricordare i papà, le cose altruiste, divertenti e brillanti che fanno e che li rendono grandi – le cure, le battute, i balli – le cose che ci mancano quando si perdono troppo presto. Royal Ascot è un’occasione iconica nel calendario sportivo e il denaro raccolto da questa fantastica iniziativa andrà alla ricerca salvavita su trattamenti e test migliori per fermare la malattia che uccide e consentire agli uomini e ai loro cari di accedere al nostro servizio di supporto”.

Hedley Finn OBE, presidente di Care Radio, ha dichiarato: “Siamo assolutamente entusiasti di avere il supporto del Betting and Gaming Council e dei suoi membri. Questo è stato un anno difficile e impegnativo per gli assistenti del SSN, gli operatori a domicilio e gli assistenti a domicilio, sia retribuiti che non. Questo generoso contributo ci aiuterà a raggiungere molti altri accompagnatori e fornire loro il supporto e l’incoraggiamento di cui hanno bisogno. Siamo grati all’industria delle scommesse e dei giochi e, naturalmente, ai molti scommettitori in tutto il Regno Unito che hanno reso possibile questa donazione”.