I Carabinieri della Compagnia di Bianco, Reggio Calabria, hanno effettuato, insieme a personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, controlli in alcuni centri scommesse. Uno di questi, a Bianco (Rc), non era in possesso delle autorizzazioni previste. Sequestrati due videoterminali utilizzati per il gioco online, multe per 10.000 euro.

Advertisement

Sabato scorso i Carabinieri della Compagnia di Bianco hanno effettuato dei controlli per verificare il rispetto delle norme in materia di giochi. I militari si sono concentrati sul Comune di Bianco, e hanno approfondito la situazione di un punto ricariche nei pressi di un distributore di benzina. All’interno, in particolare, i Carabinieri hanno scoperto un vero e proprio centro scommesse clandestino: il titolare, infatti, non era in possesso delle autorizzazioni previste dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza in materia di giochi.

I Carabinieri hanno trovato due postazioni con altrettanti pc connessi ad internet. Scorrendo la cronologia hanno scoperto che erano stati utilizzati, senza alcuna autorizzazione, per accedere ad alcuni siti di giochi/scommesse online. Gli apparecchi sono stati quindi sequestrati e affidati all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la Calabria, per i successivi accertamenti. Il titolare del centro scommesse è stato denunciato per il reato di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse” e, qualora non fornirà giustificazioni plausibili, dovrà pagare una sanzione amministrativa dai 5 ai 50mila euro. Al momento del controllo i militari dell’Arma hanno sorpreso all’interno del centro scommesse un uomo che, oltre a riscuotere una vincita per una scommessa precedentemente giocata, stava anche pianificando nuove scommesse per il fine settimana. Anche lui, come il titolare, è stato denunciato, e dovrà rispondere di partecipazione nel reato di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse”.