Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – I consiglieri Giovanni Giri e Giancarla Grilli del Gruppo Città Mia a Porto Recanati (MC) hanno presentato una mozione contro il gioco d’azzardo. “Premesso che da molti anni è possibile trovare in tutto il territorio comunale nei bar, tabacchi e sale scommesse le slot macchine, dispositivi elettronici che consentono vincite in denaro; questi dispositivi hanno oramai sostituito ogni tipo di altro gioco; tantissime persone giocano decine/centinaia di euro giornalmente, diventando cittadini con problemi di ludopatia; le persone che sono più a rischio la maggior parte delle volte sono individui appartenenti a famiglie con problemi economici che pertanto vivono giornalmente una realtà terrificante causata dalle problematiche che nascono a causa del gioco d’azzardo; visto che chi gioca è spinto anche dalla compulsività che lo porta a giocare a qualsiasi ora e per diverse ore; molte persone che si trovano in difficoltà economica, che non hanno una occupazione stabile, sono spinte a giocare con l’illusione di poter risolvere momentaneamente i loro problemi economici; gli uffici dei servizi sociali del nostro Comune ogni giorno si trovano di fronte persone che cercano un aiuto economico anche a causa di questa piaga; che le persone con problemi di ludopatia diventano un problema sociale a carico di tutta la collettività al punto che la dipendenza è riconosciuta come malattia anche dallo Stato che stanzia ogni anno milioni di euro per combatterla, chiedono al Sindaco e alla Giunta di promuovere una campagna di sensibilizzazione organizzando eventi informativi nei confronti della popolazione e progetti che coinvolgano le scuole; di predisporre un numero verde per la segnalazione di casi di particolare gravità per aiutare tramite i servizi sociali tutte quelle persone che vorranno essere aiutate una volta contattate; di predisporre un bando per i ragazzi sotto i 18 anni per la realizzazione di una brochure da poter distribuire in tutti i locali della città e da distribuire in tutti i luoghi di aggregazione”.

Inoltre anche “di considerare l’attivazione di una politica che premi, attraverso agevolazioni fiscali, gli esercenti che si impegnino a non installare slot machine – video lottery nei propri locali, o a rimuovere quelle installate, per un periodo di almeno cinque anni; di prevedere nella stesura del prossimo bilancio comunale risorse per finanziare tali iniziative; di creare un’apposita pagina sul sito web del Comune che segnalerà gli esercizi commerciali aderenti al progetto; consenta pubblicità gratuita del locale in occasione delle manifestazioni promosse e patrocinate dal Comune, agli esercizi commerciali che rimuoveranno dai propri locali o che non le hanno installate; di far rispettare la distanza minima dei 500 metri dai punti di aggregazione, scuole o altri luoghi frequentati da giovani; di limitare l’orario di funzionamento dalle ore 10.00 alle ore 22.00”.

Commenta su Facebook