“Grazie a una non comune capacità di attraversare le criticità odierne, Lottomatica conferma, prolunga e ottimizza gli incentivi in tema di gioco a distanza già riconosciuti ai suoi punti vendita. Nella convinzione le difficoltà si superano con il lavoro di squadra, Lottomatica ha comunicato l’incremento, per i prossimi tre mesi, degli aggi sui prodotti di gioco on line”. Così in una nota il Sindacato Totoricevitori Sportivi.

“Precisamente, per i periodi contabili compresi tra il 5 aprile e il 4 luglio 2021, gli aggi su scommesse sportive e scommesse virtuali aumenteranno di 10 punti (passando dall’attuale 25%-30% al 35/40%) mentre quelli sui Giochi da Casinò saliranno di 5 punti (dal 20% al 25%).

Si tratta di incentivi che sarebbero eccezionali già in tempi normali, tanto più lo sono in questo drammatico frangente che sembra non finire. Ma non è tutto!

Nel segno dell’ottimizzazione dei risultati, Lottomatica ha implementato la già nota iniziativa di incentivazione denominata “Batti il 10”. Nel periodo intercorrente tra il 1° aprile e il 30 giugno, infatti, i ricevitori potranno aumentare le loro possibilità di ricavo guadagnando fino al 35% degli aggi sui giochi da casinò e addirittura fino al 50% su scommesse sportive e virtuali. Sul funzionamento di questi incentivi, nei prossimi giorni Lottomatica comunicherà direttamente ai ricevitori tutte le informazioni necessarie.

E ancora non è finita. Continuano per ulteriori due mesi, ovverosia sino al 30 giugno 2021, le iniziative di incentivazione relative alla commercializzazione delle carte di ricarica dei conti di gioco già applicate.

Rivediamole nel dettaglio:

– per ogni nuovo Conto Gioco aperto con il servizio di pre-attivazione e contestuale Prima Ricarica, il pdv riceverà un aggio pari al 20% dell’importo della stessa Prima Ricarica;

– per ogni Carta Ricarica venduta ai clienti titolari di Conti Gioco Affiliati, il pdv riceverà un aggio pari all’1% dell’importo della Ricarica stessa.

Infine, Lottomatica ha prolungato al 30 giugno anche l’eliminazione del criterio di disaffiliazione. Per dirla in termini più semplici, anche i clienti che acquisteranno ricariche per un valore inferiore al 30% dell’importo complessivo ricaricato saranno contemplati tra i “Clienti Eleggibili” con tutte le conseguenze positive in termini di riconoscimento dei corrispettivi per i ricevitori.

Possiamo dire, in conclusione, che a questa grande operazione di sostegno della rete di raccolta non manca nulla per raggiungere il più importante degli obiettivi: uscire tutti insieme e più forti dal periodo di pandemia!”.