“Con le prossime elezioni di sabato 3 dicembre 2022, l’allevamento italiano ha davanti a sé l’opportunità di dare finalmente stabilità alla propria associazione di riferimento eleggendo una squadra coesa, nata per naturale convergenza tra operatori appassionati provenienti dall’intero territorio nazionale. Dopo la stagione delle dimissioni strumentali da parte dei soliti noti che non hanno permesso nell’ultimo anno ad Anact di svolgere adeguatamente i propri compiti al servizio degli allevatori, il gruppo che si candida con Maisto presidente ha un programma tutto orientato a migliorare i servizi verso gli allevatori, partendo da un nuovo sito internet più completo e attuale, un ammodernamento dello statuto e degli strumenti di lavoro, offrendo la massima trasparenza sui lavori del Consiglio e sulle scelte operate nel massimo rispetto delle risorse che gli allevatori, con la propria quota associativa e la trattenuta del 5%, versano nelle casse dell’associazione”. E’ quanto si legge in una nota stampa del gruppo a sostegno del candidato presidente Giuseppe Pietro Maisto.

Articolo precedente“Gioco pubblico, responsabilità e tutela dei consumatori”: successo a Napoli per la tappa “Lottomatica Talks”
Articolo successivoSuperEnalotto, il più famoso dei giochi Sisal compie 25 anni nel segno dell’innovazione