Le proposte del governo irlandese di istituire un’autorità di regolamentazione e un registro nazionale di autoesclusione per il gioco d’azzardo contribuiranno a migliorare la regolamentazione del gioco d’azzardo online del paese e a proteggere meglio i suoi giocatori d’azzardo; ma le segnalazioni di un potenziale divieto generale di scommesse gratuite sono preoccupanti.

Il 21 ottobre, il ministro di Stato irlandese per la riforma del diritto, la giustizia giovanile e l’immigrazione, James Browne TD, ha pubblicato il General Scheme of the Gambling Regulation Bill che mira a modernizzare e riformare la regolamentazione del gioco d’azzardo, compreso il gioco d’azzardo online in Irlanda.

Tra le proposte c’è l’istituzione di un’autorità indipendente per il gioco d’azzardo per supervisionare l’attività di gioco del paese e varie normative sul gioco d’azzardo, compresa la pubblicità. Le proposte saranno ora presentate per la redazione all’Ufficio del Consiglio parlamentare del paese e saranno anche deferite al Comitato di giustizia dell’Oireachtas per il controllo pre-legislativo, con il processo legislativo di accompagnamento che dovrebbe richiedere almeno 12 mesi per finalizzare.

La European Gaming and Betting Association (EGBA) accoglie con favore la pubblicazione delle proposte e i progressi compiuti nella definizione di regolamenti dedicati per il gioco d’azzardo online nel paese. In particolare, l’EGBA accoglie con favore le proposte di istituire un’autorità di regolamentazione per il gioco d’azzardo e la creazione di un registro nazionale di autoesclusione per consentire a coloro che subiscono danni al gioco d’azzardo di omettere e impedire l’accesso ai siti web di gioco d’azzardo.

L’EGBA, tuttavia, è preoccupata per i recenti resoconti dei media secondo cui il governo irlandese potrebbe introdurre un divieto generale sulle scommesse gratuite. Tale misura potrebbe, ad esempio, spingere i giocatori d’azzardo che utilizzano regolarmente scommesse gratuite, o bonus, a cercarli con i numerosi siti web di gioco d’azzardo, compresi quelli del mercato nero, che operano al di fuori dell’ambito di applicazione della regolamentazione irlandese sul gioco d’azzardo.

“Accogliamo con favore la pubblicazione da parte del governo irlandese del General Scheme of the Gambling Regulation Bill. Questo è un traguardo importante e fornisce alle aziende, compresi i nostri stessi membri, una certa certezza sulla direzione di marcia della legislazione. L’EGBA non vede l’ora di impegnarsi con il Ministro Browne e il suo team per condividere le nostre esperienze da altre giurisdizioni europee. Con l’Irlanda uno dei due paesi rimanenti in Europa che non ha una regolamentazione dedicata al gioco d’azzardo online, questa è un’importante opportunità per plasmare un mercato del gioco d’azzardo online irlandese che sia ben regolamentato, soddisfi le esigenze e le aspettative dei consumatori e stabilisca un livello elevato di tutela del consumatore”. Lo ha detto Maarten Haijer (nella foto), Segretario Generale EGBA.