Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Slovacchia. Il Ministero delle Finanze ha pubblicato il progetto di legge sul gioco d’azzardo che presto avvierà l’iter di approvazione. Dal prossimo anno, fa sapere, verranno introdotte le nuove regole.

“La nuova legge risponde alle ultime tendenze nella digitalizzazione che riguardano anche il settore del gioco d’azzardo e l’obiettivo è anche quello di aumentare la protezione dei consumatori.

Il disegno di legge rafforza le condizioni per l’esercizio del gioco d’azzardo. La disponibilità di gioco d’azzardo sarà ridotta. A partire da marzo 2019, questo limite sarà impostato su un minimo di 15 unità. Dopo aver aumentato infatti il numero minimo di dispositivi nelle sale da gioco da 5 a 12 unità, c’è stata una diminuzione del numero di operazioni da gennaio di quest’anno.

La legge imporrà anche la presenza di un solo operatore di gioco per sale. Anche il tempo di giocoviene limitato e alle amministrazioni comunali sarà permesso vietare alcuni tipi di giochi d’azzardo durante i giorni stabiliti, ma comunque non più di dodici in un anno.

La nuova legislazione affronta anche il cosiddetto ” quiz”, apparecchi da gioco che saranno considerati alla stessa stregua del gioco d’azzardo. Il loro funzionamento sarà possibile solo nei casinò. Se questi dispositivi sono collocati in altre aree, come pub e esercizi pubblici, nel caso in cui non possa essere attribuita la responsabilità ad un operatore, la stessa ricadrà sull’esercente al quale potrebbe anche essere ritirata la licenza.

Tra i cambiamenti più importanti apportati dalla nuova legislazione anche le misure per il gioco d’azzardo online, attività che coinvolge sempre più giocatori. Il Ministero delle Finanze si è ispirato a paesi europei, come Danimarca, Svezia, Romania o Repubblica Ceca, con particolare attenzione al rafforzamento della protezione dei giocatori. Il progetto di legge crea una nuova struttura di licenze. si parla infatti di licenze non solo per i giochi online, ma anche per i casinò e i casinò su Internet. Dopo aver ottenuto la licenza, tutti saranno soggetti a regole rigorose. E chi non dispone di licenza dovrà risponderne davanti ad un giudice.

Per semplificare ulteriormente la supervisione e il controllo sul gioco d’azzardo viene creato  un ente specializzato che si occuperà solo di questo. I costi di gestione dell’ente verranno sostenuti dagli operatori di gioco. Il Ministero propone inoltre che tutte le attrezzature tecniche utilizzate per il gioco d’azzardo vengano connesse ad un server dell’operatore, consentendo il loro effettivo controllo, dal momento che a questi dati avrà accesso anche lo Stato”.

Restano in vigore tutte le misure adottate nella precedente modifica alla legge, ad esempio il divieto ad istallare le macchine da gioco nei pub o nei bar. La legge prevede anche l’introduzione del registro delle persone escluse a cui non sarà permesso di giocare con determinati tipi di giochi d’azzardo.

Commenta su Facebook