apparecchi
Print Friendly, PDF & Email
Ci sarebbero molti altri argomenti su cui parlare sugli apparecchi, coerenza nella gestione della ludopatia, domanda da me fatta in una conference call durante una audizione in Codacons dove paventava la totale lotta alla ludopatia andando a toccare quegli apparecchi di modica spesa non toccando mai il tasto BOLLENTE delle VLT perché toccare quel tasto avrebbe dato fastidio ad alcune MULTINAZIONALI DEL GIOCO DI AZZARDO…

 

«Sig. Baretta, – scrive Fabio Castaldo, proprietario di apparecchi da gioco, al sottosegretario del MEF con delega ai giochi – Le volevo porre alcune questioni inerenti il settore del gioco, temi da lei affrontati nel suo ex incarico e per i quali volevo informare colleghi e cittadini su cosa ci è sfuggito su cosa lei dice di aver fatto, li elenco in ordine di importanza, gradirei entrasse nel merito soprattutto sui primi tre fondamentali punti:

1) Taglio degli apparecchi;
Bene in merito a questo tema più volte ci siamo personalmente Confrontati, prima presso il suo ufficio al MEF e poi presso il Cinema Capranichetta a Montecitorio, dove lei ha sempre risposto con una frase storica: “EVITEREMO SPEREQUAZIONI” entrando nel merito aveva PROMESSO a tutto il settore che non avrebbe fatto sì che i Concessionari avrebbero perpetrato il taglio degli apparecchi in maniera abusiva. Bene ciò è accaduto, ed in seguito ad una mia telefonata del 23 Dicembre dove la invitavo a verificare di persona cosa stesse accadendo, nulla è successo, ha lasciato che i concessionari a lei molto cari, continuassero a taglieggiare abusivamente UOMINI, IMPRENDITORI, INTERE AZIENDE, spingendo tali soggetti verso una disperazione che avrebbe potuto generare gesti folli e che veramente mi creda, in questo I miei colleghi hanno dimostrato buon senso nonostante la disperazione che li accecava.

2) Contratto di Filiera a tutela anche delle piccole e medie imprese;
Riallacciandomi al punto precedente un contratto di filiera avrebbe impedito che ciò descritto nel punto 1 sarebbe accaduto, pertanto tale ulteriore mancanza mi creda fa pensare tutti quanti noi…

3) Preu sul Cassetto;
Tema caldamente accolto da lei proprio nell’incontro avvenuto presso il MEF, ma mai seriamente affrontato, anzi dimenticato, sono gli eventi che lo testimoniano.

Ci sarebbero molti altri argomenti su cui parlare, coerenza nella gestione della ludopatia, domanda da me fatta in una conference call durante una audizione in Codacons dove paventava la totale lotta alla ludopatia andando a toccare quegli apparecchi di modica spesa non toccando mai il tasto BOLLENTE delle VLT perché toccare quel tasto avrebbe dato fastidio ad alcune MULTINAZIONALI DEL GIOCO DI AZZARDO

In attesa di una sua risposta, la ringrazio a nome di tutti i colleghi per aver distrutto un settore tra i più produttivi per l’Erario e per aver contribuito a far fallire migliaia di imprese che loro malgrado hanno dovuto licenziare migliaia di dipendenti, creando un danno all’indotto dell’economia del paese di diversi Miliardi di Euro».

Commenta su Facebook