Il 71% del pubblico inglese ritiene che i messaggi di avvertimento sui rischi dell’azzardo, come quelli sulle sigarette, sarebbero inefficaci nel prevenire il problema della dipendenza da gioco. d’azzardo.

Quasi la metà del pubblico (47%) pensa che vietare promozioni popolari come le “scommesse gratuite” non aiuterebbe nemmeno ad affrontare il problema del gioco problematico.

Entrambe le misure sono state pubblicizzate dai gruppi di pressione anti-gioco d’azzardo come gli strumenti giusti per prevenire il gioco d’azzardo problematico, nonostante solo lo 0,3% della popolazione adulta inglese abbia difficoltà con le proprie scommesse, in calo rispetto allo 0,4% dell’anno precedente.

Solo il tre per cento del pubblico pensa che sarebbe “molto efficace” far rispettare le avvertenze sanitarie obbligatorie sui prodotti delle scommesse e solo l’otto per cento pensa che vietare le scommesse gratuite sarebbe “molto efficace per prevenire il problema del gioco d’azzardo”.

Il sondaggio, condotto da YouGov per il Betting and Gaming Council, arriva mentre il governo si prepara a definire nuove normative per l’industria delle scommesse e dei giochi.

Circa 22,5 milioni di adulti acquista un biglietto della lotteria, gioca a bingo, piazza una scommessa in un casinò, fa una scommessa sugli sport o gioca a giochi online.

L’AD di BGC Michael Dugher, ha dichiarato: “I tassi di gioco d’azzardo problematici nel Regno Unito sono bassi e sono diminuiti, ma ancora la lobby anti-gioco d’azzardo – proibizionisti che vogliono solo vietare – sta spingendo per misure draconiane che stigmatizzeranno solo coloro che godono che giocano in maniera innocua.

“Misure come queste, per quanto ben intenzionate, serviranno solo a guidare gli scommettitori dal settore regolamentato al mercato nero del gioco d’azzardo non sicuro e non regolamentato, dove i numeri delle scommesse sono raddoppiati negli ultimi anni e l’importo puntato è di qualeche miliardo.

“I proibizionisti contro il gioco d’azzardo sono determinati a trattare le scommesse come tabacco e a trattare gli scommettitori come fumatori, ma queste due cose sono mondi a parte e dovrebbero essere regolate in modo completamente diverso”.

Il settore regolamentato delle scommesse e dei giochi -ovvero i membri del BGC – sostiene oltre centomila posti di lavoro nel Regno Unito, raccogliendo miliardi di tasse.

Nel frattempo, l’industria regolamentata chiede un garante obbligatorio e indipendente per migliorare i risarcimenti dei clienti e maggiori controlli sulla spesa oltre che per identificare coloro che mostrano segnali di problemi con il gioco d’azzardo.

L’industria regolamentata ha già intrapreso azioni severe sulla pubblicità per impedire ai giovani di essere esposti agli annunci sui social media.

Mentre il divieto di pubblicità durante le partite di calcio in diretta ha portato a un calo del 97% del numero di minori che vedevano annunci di scommesse.

Articolo precedenteADM, Progetto “Metamorfosi”: concerto al Quirinale con gli strumenti ad arco realizzati con il legno delle barche dei migranti
Articolo successivoGiorgio Scalvini in esclusiva a LeoVegas.news: “È stato bello rientrare a Zingonia. L’esordio in nazionale grandissima emozione”