La Commissione Europea ha dato il via libera, al termine del regolare periodo di stand still, ai “Regolamenti per la protezione dei giocatori, dei giovani e dei giocatori patologici” presentati da Cipro lo scorso 28 febbraio.

I regolamenti proposti comprendono tutte le buone pratiche in materia di protezione dei giocatori, dei giovani e dei giocatori patologici nel settore delle scommesse (di persona e online).

Mediante tali regolamenti sono disciplinate tutte le questioni pertinenti relative agli obblighi dei fornitori di servizi di scommesse, al fine di informare e tutelare i loro clienti, ad esempio attraverso il mantenimento di un sito web specializzato sul gioco d’azzardo sicuro e la messa a disposizione di meccanismi di autoprotezione per i giocatori, l’adozione di pratiche e procedure volte a impedire ai minori di partecipare alle scommesse, la definizione di criteri oggettivi per la classificazione dei loro clienti in base al rischio stimato di scommesse problematiche, nonché la formazione del loro personale.

Ai sensi dell’articolo 15, lettera q), della legge sulle scommesse del 2019, tra le responsabilità dell’autorità nazionale per le scommesse figura l’emanazione di regolamenti e istruzioni sui meccanismi di protezione dei giovani e dei giocatori patologici, che possono a tal fine tener conto in via preliminare delle opinioni dei servizi competenti o di altre parti interessate. L’autorità nazionale per le scommesse ha pertanto redatto il codice in questione e lo ha sottoposto a consultazione pubblica.