I funzionari Adm (Agenzia delle dogane e dei monopoli) di Genova hanno scoperto una sala scommesse non autorizzata, retrostante un bar e dedicata esclusivamente alla raccolta di scommesse ‘abusive’. Il titolare, concessionario di un Pvr (punti vendita ricariche), aveva adibito al gioco illegale un locale adiacente al bar, eludendo così le norme che consentono, per esigenze legate alla lotta alla diffusione della pandemia da Coronavirus-19, esclusivamente il gioco on-line o a distanza.