Novità importanti in merito alla regolarizzazione dei giochi automatici, che riguardano anche lo spettacolo viaggiante. E’ sato emanato l’elenco dei giochi esonerati dalla richiesta del NOD, NOE e RFID. In sostanza con apposito provvedimento l’Agenzia delle Entrate disporrà l’obbligo di una sorta di “denuncia” telematica dei giochi, sui quali versare l’ISI.

“Soddisfatti gli esercenti ma un po’ meno i produttori, che hanno già speso somme rilevanti per richiedere omologazioni e produrre documentazione, da oggi non più necessaria”, afferma il segretario generale Anesv, Maurizio Crisanti (nella foto), che da anni segue il comparto dello spettacolo viaggiante ed è un esperto in materia di turismo e applicazione di processi innovativi, commentando la pubblicazione dell’ultima determina dell’ADM sugli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro.

“Peccato per gli eSports, che non sono stati inseriti in questo elenco, per i quali stiamo lavorando ad altre soluzioni”, anticipa Crisanti.

“Un gran lavoro, per un buon risultato”, aggiunge Crisanti che ha anche fatto parte del tavolo tecnico istituito tra operatori del settore e Regolatore. “Finalmente si recupera il rapporto di fiducia tra Stato e imprenditori del settore. Si parla di giochi di puro intrattenimento, senza vincite in denaro, attraverso i quali non è possibile praticare il gioco d’azzardo. Ora ADM potrà riservare maggiore attenzione alla vigilanza sul gioco che merita vera attenzione”, conclude.

Articolo precedenteCasinò online, ecco i concessionari che crescono di più nella raccolta
Articolo successivoBologna, riciclaggio: 43 arresti, coinvolti esponenti del mondo delle scommesse